Recensione/ Schegge di Alfonso Zarbo

copertina-schegge-571x800

Cos’è Schegge? È una raccolta di racconti e…

Fermi, dove andate? Tornate qui. So che le raccolte di racconti non sono la cosa più popolare del mondo, ma dategli una chance. Schegge ha un sapore tutto suo.

Sinossi della casa editrice

In una Roma sventrata dall’Apocalisse, un peccatore falcia tutto quello che incontra per addentrarsi nell’incubo.

Nella Spagna delle Crociate, il Diavolo scatena la furia di un cavaliere ossessionato dalla fede.
Tra dune e templi in rovina, un console e un barbaro indagano su una regina rapita, mentre ai confini di una terra morente un ultimo plotone di elfi lotta per sopravvivere.
Una raccolta di avventure per gli amanti del Fantasy, da vivere con un cacciatore di draghi, su navi spettrali o sulle spiagge insanguinate del Nuovo Mondo, attraverso lo sguardo di un soldato spagnolo che non ha nulla da perdere tranne la sua identità.Nove affilatissime schegge conficcate nella storia e nell’immaginario.

Cosa ne penso

Il titolo è azzeccatissimo. Non solo perché sembrano tutti frammenti di opere più grandi, che lasciano immaginare mondi interi ancora da esplorare, ma anche perché questi racconti sono taglienti.

Maneggiateli con cura. C’è acciaio, sudore, sporcizia. Leggendo si sente l’odore della carne bruciata, del vento del nord, di birra e bordelli. Potreste chiudere il libro col sentore ferroso del sangue sulla lingua e una gran voglia di buttarvi in battaglia con una spada in pugno.

I racconti possono essere divisi in quattro parti: Ivory & Blood, il Ciclo Eretico, Maelström e Ivengral Saga.

Ivory & Blood è Sword & Sorcery. Per capirci, qui ci troviamo all’incrocio tra Conan il Barbaro, Il Trono di Spade e Skyrim. La magia è rara e selvaggia, risponde a regole tutte sue e non è del tutto comprensibile. Gli uomini vivono grazie al filo della propria lama. Il mondo è fango, neve, eserciti e imperi. Un culto opprimente sta conquistando il globo a poco a poco. E in mezzo a questo c’è Vortighern, un ex-cacciatore di draghi che combatte con due spade fatte con l’avorio delle sue prede, ormai estinte.

vorthigern-dynamicunico-livello
Vortighern si lancia all’attacco, in questa concept art di Mattia Zoanni

Poi abbiamo quello che l’autore chiama “Il Ciclo Eretico”, dei racconti che hanno come tratto in comune il rapporto dell’umanità con la fede. Tra questi spicca di sicuro Come falene nella polvere da sparo, il racconto storico sui conquistadores spagnoli da cui è tratta la bella copertina disegnata da Paolo Barbieri, interessante sia come ambientazione che come stile di scrittura.

Maelström è un piccolo gioiellino che prende spunto dalla mitologia norrena dei vichingi, davvero ben fatto. Sembra una storia che potrebbe essere stata raccontata davanti a un corno di idromele dopo una bella razzia.

Infine c’è Notte di Lame a Tempofosco, che fa parte della Ivengral Saga, la serie di fantasy epico di Zarbo. Anche se questo sarebbe il terzo capitolo di questa saga e non ho letto i due precedenti, non mi sono trovato sperduto e anzi ho apprezzato l’inizio in medias res e i vari particolari sparsi qua e là da cui si poteva intuire cosa fosse successo fino a quel momento. Questo è fantasy più classico, con elfi, nani e via dicendo, ma l’impronta rovente dell’autore ha comunque plasmato qualcosa di originale dagli ingredienti già visti.

Come avrete capito Schegge mi è piaciuto molto, in particolare Il Cacciatore di Draghi, Come Falene nella Polvere da Sparo e Maelström.

Le uniche pecche che ho trovato sono l’uso di alcune parole volgari da parte del narratore (che è una mia fissazione personale, visto che non ho problemi quando le usano i personaggi) e il fatto che alcuni racconti brevi forse erano… troppo brevi. Quindi ne volevo ancora. Non proprio il più grande dei difetti!

Consiglio Schegge a quelli che cercano qualcosa di forte. È un bicchiere di liquore nero, forse avvelenato, forse maledetto da una sacerdotessa adirata, ma se siete stati scolpiti da almeno cento battaglie andrà giù senza problemi, infiammandovi dall’interno come la migliore delle pozioni. E sarete pronti per la prossima sfida.

Magari Ultima Oasi, il fantasy arabeggiante di Alfonso Zarbo che è appena uscito…

Potete acquistare Schegge qui a soli 10€: Acquista Schegge

Un pensiero su “Recensione/ Schegge di Alfonso Zarbo

  1. Pingback: Top 5 scrittori fantasy che non conoscevate – Thomas Mazzantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...