Segreti da Scrittore/ 1 – Esploratori o Ingegneri?

Scrittori, aspiranti tali e curiosi, benvenuti a Segreti da Scrittore!

In questa serie di articoli e video condividerò con voi i trucchi e le tecniche che ho appreso negli ultimi due anni, per prepararmi a tornare a pubblicare romanzi. La maggior parte di queste informazioni le ho rubate pari-pari dai corsi di Brandon Sanderson e di altri scrittori, ma ve le presenterò in italiano, in versione riassunta e con molta più stupidità.

Oggi scoprirete che tipo di scrittore siete: esploratore o ingegnere. Ma prima di tutto dobbiamo capire se siete scrittori.

Io considero scrittore chiunque scriva qualcosa di propria iniziativa per raccontare una storia o condividere informazioni. E sì, anche se non siete stati mai pubblicati.

C’è una strana idea in giro, secondo la quale non si può scrivere per hobby. Se uno non pubblica quello che ha scritto, ha solo buttato tempo. Questo non ha senso. Io posso buttare il mio tempo disegnando oppure giocando a calcetto o ai videogiochi, ma se scrivo no. Non si può.

Scrivere invece è un ottimo hobby e penso che tenga più in forma la mente che fare le parole crociate (con l’effetto collaterale di strapazzarti il cervello, ma niente di grave). Anzi, prima di scrivere qualcosa da pubblicare, vi consiglio di buttare giù minimo una storia solo per voi, anche molto breve. Vi servirà a capire quali sono i vostri interessi,  il vostro stile e a pensare alle tematiche da ampliare.

Detto questo: esploratori o ingegneri?

Gli esploratori hanno in mente solo una vaga mappa della storia, di solito un inizio, qualche evento importante e a volte il finale. Poi si lasciano portare dalla storia mentre scrivono e riempiono i buchi. Scoprono gli eventi insieme ai personaggi e si sorprendono insieme a loro. La storia si crea da sola, come per magia.

Questo nel migliore dei casi. Perché il difetto dell’essere scrittori esploratori è il cadere più spesso nel famigerato “blocco dello scrittore”. Non avendo una vera e propria strada da seguire, qualche volta si perdono e devono tornare indietro, cancellando parecchie pagine per ricominciare. È frustrante, ma anche emozionante. La maggior parte degli scrittori all’inizio della propria carriera è stata un esploratore. Io non faccio eccezione.

Se avete letto tutto questo scuotendo la testa, siete degli ingegneri. Gli ingegneri si creano una scaletta dettagliata, di solito capitolo per capitolo ma a volte anche scena per scena, di tutti gli avvenimenti all’interno del romanzo. Questo processo può essere lunghissimo, ma una volta che hanno iniziato a scrivere, gli ingegneri vanno velocissimi. Basta seguire le linee guida e la storia si costruisce in fretta. Poi un tocco qua e là, una passata di cera et voilà, il libro è pronto. Il difetto degli ingegneri è che una volta partiti, raramente escono dal sentiero, anche se hanno avuto un colpo di genio che potrebbe portare la storia verso luoghi inaspettati e intriganti.

Essere scrittori ingegneri sarebbe la cosa migliore per pubblicare a un ritmo abbastanza rapido, come conviene agli scrittori indipendenti su piattaforme come Amazon. Anche per questo mi sono impuntato a scrivere Torce nel Diluvio, un libro pieno di collegamenti di trama intricati, che sarebbe stato difficilissimo da scrivere col metodo da esploratore. Ora credo di pendere più o meno al 75-80% verso l’Ingegnere. E sto scoprendo che lavorare con una scaletta mi piace.

Questo non vuol dire che tutti dovrebbero fare gli ingegneri, anzi. Vi consiglio di provare entrambi i metodi almeno una volta, per capire quale più si adatta a voi.

 

E con questo è finita la prima puntata di Segreti da Scrittore. Commentate col tipo di scrittore che pensate di essere o che vorreste diventare, iscrivetevi al canale YouTube e condividete per diffondere il Verbo. Quale verbo? Frinire? Ci sta.

Nella prossima puntata inizieremo a parlare di come inventare la trama di un romanzo. Se volete ricevere un racconto gotico GRATIS scritto da me, rimanere informati sulle prossime uscite e tanto altro, potete iscrivervi alla mailing list.

 

Alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...