Recensione/ Millennials di Fabio Cicolani

20170207_111656
La bella copertina di Millennials, creata da Antonio De Luca

Quando ho preso in mano Millennials, ho subito pensato a un libro sui supereroi, ma è sbagliato: questo è un romanzo su ragazzi con superpoteri, che è ben diverso. La nostra protagonista Jennifer, detta Tesla per i suoi poteri elettrici, non sventa rapine in banca, anzi, una delle prime cose che fa è cercare di svaligiare una gioielleria.

Sinossi

Nessuno ha detto a Jennifer come essere una Millennial, gestire dei superpoteri e soprattutto mettere a segno una rapina in una gioielleria senza essere scoperta. Lei è semplicemente una ragazza che ama il parkour, non ha molti amici e vuole aiutare la madre a togliersi dai guai.

Ma Jennifer non sa niente del suo destino. Non sa che a Bologna esistono altri ragazzi speciali come lei, che ha addirittura un gemello e che Magnus Atlas, il creatore del progetto Millennials, è uno squalo senza scrupoli che odia le sue stesse creature e sta tessendo oscuri progetti dei quali lei è una pedina fondamentale.

Jennifer si ritroverà così a vivere avventure incredibili, che la porteranno addirittura viaggiare nel tempo, per cercare la verità sul suo passato succo di tutti gli altri millenni, per riuscire, insieme, a trovare un modo per sopravvivere e un posto da chiamare casa.

Cosa ne penso

In questo romanzo si respira un’atmosfera surreale, del tutto diversa da quella da fumetto che uno si immaginerebbe vedendo la copertina. È uno strano miscuglio tra lo stile sognante di un racconto per bambini e un romanzo Young Adult, ma, incredibilmente, funziona.

Per fare qualche esempio: il viaggiatore del tempo, Jikan, diventa in bianco e nero quando va nel passato e tra un balzo e l’altro sosta in un infinito Treno del Tempo. I “digidroidi” comandati dall’antagonista, Atlas, si incrinano come schermi a cristalli liquidi e quando muoiono si scompongono in pixel. La superforte Chewton ottiene le sue abilità masticando chewing gum e per effetto collaterale assume il colore di quello che mastica.

Tutto questo in un romanzo dove non si risparmiano disperazione, morte e crisi esistenziali. Il target è evidentemente adolescenziale, ma come Harry Potter è godibile anche dai lettori un po’ più stagionati.

Ho trovato simpatica l’idea di inserire all’interno del libro post su Facebook e Twitter creati dai personaggi, dando a tutto un’area di contemporaneità e freschezza. Proprio per questo, però, alcune citazioni fatte dall’autore potrebbero scivolare sopra la testa dei più giovani, che dovranno fare affidamento su Wikipedia per coglierle tutte.

20170207_122345
Un esempio dei ritagli web inseriti nel romanzo.

Millennials include un ampio cast di personaggi, dai poteri più disparati. Quello che mi ha colpito di più è stato Plajo, che può far obbedire chiunque a ogni suo comando e tuttavia non scade nel delirio di onnipotenza, tipico di chi ha questo potere. La sua è anche la storia che mi ha fatto più impressione, dati i temi pesanti trattati.

Purtroppo non posso dire lo stesso per Jennifer, la protagonista, che non sono riuscito a farmi piacere a causa del carattere scontroso. Questione di gusti personali, però: Jennifer è la classica adolescente ribelle, in cui si riconosceranno diverse lettrici. Il fatto che abbia letto il romanzo con gusto, pur non amando la protagonista, è un plauso alla qualità degli altri personaggi.

In definitiva, anche se non faccio più parte del target di Millennials, mi è comunque piaciuto, soprattutto per l’originalità e per il colpo di scena finale (che di sicuro manderà in tilt qualche lettore più giovane, in senso buono). Ai tempi della scuola lo avrei di sicuro divorato in un paio di pomeriggi, “scordandomi” di fare i compiti per arrivare in fondo.

Aspetto il seguito, che leggendo l’ultimo capitolo è praticamente certo!

Scopri Millennials su Amazon

Un pensiero su “Recensione/ Millennials di Fabio Cicolani

  1. Pingback: Top 5 scrittori fantasy che non conoscevate – Thomas Mazzantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...